w w w w w w

Sei qui:
large default small
Chiarimenti Pacchi Alimentari - Anno 2011
Sindaco Antonio Aufiero In seguito ad una ulteriore richiesta di chiarimenti, in merito ai "Pacchi Alimentari 2011", si rende necessario ampliare quanto già affermato e letto durante la comunicazione n. 1 in coda al Consiglio comunale del 29/11/2012.

In seguito alla richiesta di chiarimenti, di seguito esposta, circa la comunicazione n. 1 letta in coda al Consiglio comunale del 29 novembre 2012, si rende opportuno chiarire quanto segue:

Clicca per ingrandire

PREMESSA

Gli Enti caritativi riconosciuti da AGEA, in quanto rappresentativi nel settore delle opere caritative e diffusi su tutto il territorio nazionale, sono i seguenti:

  • le Caritas Diocesane, le U.N.E.B.A., le O.D.A. e gli E.D.A;
  • la Croce Rossa Italiana (C.R.I.);
  • la Fondazione Banco Alimentare;
  • l’Associazione Banco Alimentare Roma;
  • l'Associazione "Sempre Insieme per la Pace";
  • la Comunità di Sant’ Egidio.

Tali Enti, che agiscono per delega, devono presentare ogni anno una domanda di richiesta di assegnazione dei prodotti, nella quale, tra le altre cose, devono essere chiaramente indicate le Strutture afferenti interessate alla distribuzione, al fine di consentire una capillare distribuzione delle derrate alimentari agli indigenti.

1 - Il Comune di Pratola Serra, il 13 ottobre 2010, inoltra regolare domanda di iscrizione di Struttura caritativa (Reg. CE 3149/92), per l'anno 2011, alla Caritas Diocesana di Aversa, a titolo gratuito, al fine di poter fruire del servizio di distribuzione dei prodotti alimentari dell'Organismo Pagatore AGEA a favore degli indigenti e impegnandosi a ricevere i prodotti AGEA esclusivamente dalla stessa Caritas Diocesana di Aversa;

Clicca per ingrandire

2 - Il Consorzio Pubblico di Servizi Sociali A4, successivamente, il 16 dicembre 2010, inoltra la stessa domanda di iscrizione, quale Struttura caritativa (Reg. CE 3149/92), per l'anno 2011, alla Caritas Diocesana di Aversa, in seguito alla quale, lo stesso Consorzio, indice un Avviso Pubblico per la distribuzione dei pacchi alimentari ai nuclei familiari con reddito insufficiente residenti in uno dei seguenti comuni: Altavilla Irpina, Capriglia Irpina, Cervinara, Chianche, Grottolella, Montefredane, Petruro Irpino, Pietrastornina, Prata di Principato Ultra, Roccabascerana, Rotondi, San Martino V.C., Torrioni e Tufo

Come si può notare, Pratola Serra non risultava e NON POTEVA RISULTARE tra i comuni beneficiari, in quanto aveva già inoltrato precedentemente e autonomamente la propria domanda di Struttura afferente alla Caritativa Diocesana di Aversa per la distribuzione di Pacchi Alimentari, così come dettagliato al punto 1, impegnandosi a ricevere i prodotti AGEA esclusivamente dalla stessa Caritas Diocesana di Aversa;

Per ulteriori dettagli e verifiche si consiglia di collegarsi al sito del Consorzio Servizi Sociali A4 al seguente indirizzo

http://www.servizisociali.av.it/ssa4/wp-content/uploads/2011/05/Bando-Pacco-Alimentare-Sociale-2011.pdf

3 - La circolare AGEA, prot. n. DPMU.2010.2821 del 16/09/2010 detta le condizioni che devono rispettare le Strutture afferenti per poter distribuire pacchi alimentari AGEA, tra cui anche quelle afferenti alla stessa Caritas Diocesana di Aversa. Agli Enti caritativi, tra cui la Caritas Diocesana di Aversa, tra l'altro, spetta controllare e impartire alle proprie Strutture afferenti le necessarie direttive per il rispetto delle disposizioni ivi contenute, a consegnare un registro di carico e scarico conforme, nonchè a verificare l’attendibilità delle informazioni dichiarate dalle Strutture caritative associate con le domande di iscrizione Struttura caritativa. Ancora, durante l'anno 2011, l'AGEA ha eseguito controlli a campioni sugli Enti e Strutture afferenti come da normativa comunitaria, anche attraverso una sua incaricata Agecontrol, al termine dei quali, così come la lettera ricevuta dall'Agea testimonia, il Comune di Pratola Serra risulta ancora presente nei loro archivi informatici per l'anno 2011.

A suffragio di ciò: la succitata circolare, come è riportata nel suo stesso nome, è stata emanata il 16 settembre 2010, prima ancora che il Comune di Pratola Serra inoltrasse alla Caritas Diocesana di Aversa la domanda di iscrizioni, quindi, le fattispecie A, B, C, e D a cui si riferisce la lettera, non indicano un monito all'Ente Comune o che lo stesso fosse stato inadempiente, ma, anzi, vuole significare che lo stesso Ente, nonostante fossero stati effettuati controlli a campioni da parte dell'Agenzia, come da normativa comunitaria, non ha perso lo status di Struttura afferente per l'anno 2011, così come testimonia la lettera inviata da AGEA il 31.10.2012 e pervenuta al Comune di Pratola Serra il 09 novembre 2012 contrassegnata con Prot. n. 0005232. In particolare, per le Strutture afferenti risultate inadempienti, a seguito dei controlli, si prevedeva e sono ancora previste (punto 9 - Regime delle penalità della Circolare AGEA), diverse penalità a secondo dell'anomalia riscontrata, tra cui anche l'esclusione dalla partecipazione al programma e la relativa cancellazione quale Struttura afferente all'Ente caritativo.

Per ulteriori dettagli e verifiche si consiglia di collegarsi al sito AGEA per scaricare la succitata Circolare AGEA, prot. n. DPMU.2010.2821 del 16/09/2010, al seguente indirizzo

http://www.agea.gov.it/portal/pls/portal/docs/1/2470182.PDF

4 - L'art. 117 della Costituzione, tra le altre cose, recita che: ” … I Comuni hanno potestà regolamentare in ordine alla disciplina dell'organizzazione e dello svolgimento delle funzioni loro attribuite, nel rispetto dei principi sanciti dalla legge e dallo Statuto”. Un Ente non contravviene alla trasparenza nel momento in cui rispetta un Regolamento comunale, né tantomeno si trincera dietro l'applicazione di un Regolamento, bensì ottempera a delle regole che disciplinano svolgimento e funzioni, tra l'altro approvato con atto deliberato dal Consiglio comunale. Semmai, è il mancato rispetto di un Regolamento comunale a dover essere scongiurato, biasimato e mai tollerato.

5 - L'argomento è stato ampiamente trattato, anche attraverso apposita interrogazione consiliare da parte del gruppo consiliare “Noi per Pratola Serra”. Quanto qui riportato rappresentano dati oggettivi incontrovertibili. Tutte le azioni svolte e intraprese testimoniano quanto a cuore ci sta aiutare chi purtroppo vive una difficile situazione economica.

6 - Riguardo alla trasparenza, crediamo di essere tra le poche Amministrazioni che non solo hanno pubblicato on line e reso pubblici un numero di atti superiori alla media, ma principalmente sono tutti di facile reperimento. Tutto ciò è facilmente verificabile collegandosi ai vari siti istituzionali, a partire dal dominio in cui sono pubblicati. A tal fine è il caso di ricordare che il Comune di Pratola Serra ha pubblicato il proprio sito istituzionale nel dominio gov.it, a testimonianza del rispetto dei contenuti richiesti e dell'organizzazione adottata per le informazioni. Inoltre, per scongiurare eventuali incompletezze, si è messo a disposizione dell'utenza il servizio “mettiamoci la faccia”, attraverso cui è possibile esprimere un proprio giudizio e, eventualmente, inviare un proprio consiglio su cosa occorre, in modo del tutto anonimo, perché l'aspirazione è quella di migliorarsi continuamente per offrire un servizio pubblico con pochi “meno” e tanti “più”. Infine è stato attivato anche un apposito canale video YouTube® dove vengono pubblicati la ripresa dei Consigli comunale e altri appuntamenti.

 
Stemma comunale

Questo sito fa uso di cookie! Se non si modificano le impostazioni del browser, si accettano. Per ulteriori informazioni Cookie Policy.

Approva i cookie di questo sito?

Cookie & Privacy