w w w w w w

Sei qui:
large default small
“Quatt’ prete” - Progetto di Riqualificazione Urbana del Borgo Medievale di Serra

Serra di Pratola Serra


Il Sindaco Aufiero e l’Amministrazione Comunale di Pratola Serra, nell’intento di procedere alla riqualificazione urbana del Borgo medievale di Serra, così come proposto nel programma elettorale, il cui primo passo si era esplicato attraverso la giornata “Fiori al Borgo”, con DGC n. 87/2012, ha incaricato l’arch. Anna Fierro di redigere un piano di fattibilità e relativo progetto preliminare, onde procedere alla richiesta di finanziamenti ai Settori preposti.

Si tratta di un progetto innovativo e globale, dal titolo “Quatt’ prete”, che prevede oltre alla riqualificazione dei manufatti esistenti, nuova viabilità, aree di parcheggio e elementi tecnologici atti a migliorare la fruibilità del sito.

Nella premessa al Progetto l’arch. Fierro precisa il motivo del titolo:<<Il titolo del Progetto, “Quatt’ prete”, che tradotto dal dialetto campano all’italiano significa letteralmente Quattro Pietre, può in qualche modo essere assimilabile ad una voce onomatopeica con la quale, in tono dispregiativo, si è soliti indicare manufatti che non si presentano nella maniera “consueta”. Il frequente ricorso a questa espressione dei tanti, disattenti, osservatori del Borgo ha suggerito l’adozione della stessa quale titolo del lavoro, quasi a volerne smentire il senso, esorcizzandolo con il risultato che il Progetto si propone. Quando le “Quatt’ prete” avranno riacquisito la dignità che loro si deve e il Borgo sarà diventato luogo dove ri-vivere dignitosamente la storia, allora l’epiteto ingiustamente attribuito rimarrà solo il titolo di un Progetto.>>

Venerdì, 12 settembre 2014, hanno fatto visita al Borgo il Soprintendente per i Beni Architettonici e per il Paesaggio di Salerno e Avellino - ing. Gennaro Miccio - e il Responsabile per la zona di Avellino, arch. Cinzia Vitale, insieme al prof. straordinario dell’Università di Salerno, redattore del PUC, prof. Enrico Sicignano, i quali, già coinvolti nella fase iniziale della progettazione, hanno aderito alla richiesta di sopralluogo inoltrata dal Sindaco Aufiero, dall’Amministrazione Comunale e dai Tecnici incaricati.

Durante il sopralluogo, partecipato anche dall’arch. Fierro e dall’arch. Pulzone, collaboratore del Progetto,  sono stati verificati gli interventi previsti sui manufatti nonché le proposte innovative tecnologiche facenti parte delle proposte finalizzate ad adeguare il sito al nostro tempo. Particolare attenzione, da parte del Soprintendente, è stata prestata alla valutazione della nuova viabilità, delle aree di parcheggio e degli impianti di risalita, al fine di non compromettere il valore storico-architettonico del Borgo.

L’obiettivo progettuale è finalizzato non solo alla riqualificazione, preservando la vocazione abitativa del sito, ma anche alla sua valorizzazione attraverso l’introduzione di elementi di attrazione tali da implementare la ricettività del luogo, nonché il miglioramento della fruibilità.

Per riqualificazione l’Amministrazione Comunale intende non solo il restauro dei manufatti di origine medievale del Borgo ma anche la valorizzazione del contesto storico, architettonico e paesaggistico ad esso connesso con l’obiettivo del loro riassetto globale, il tutto improntato alle caratteristiche sociali, culturali e morfologiche dell’area di studio onde preservare il genius loci, ponendo l’accento sulla vocazione naturale del luogo rivissuta al tempo corrente.

Il sopralluogo è proceduto nel Comune di Pratola Serra dove il prof. Sicignano ha illustrato al Soprintendente le aree di interesse incluse nel PUC.

Il Sindaco Aufiero:<<Anche al Sud è possibile riqualificare e valorizzare aree urbane, specie quando funziona la sinergia degli Enti preposti ed esistono Amministrazioni Comunali, come quella di Pratola Serra, sensibili, attente, dinamiche e capaci di scegliere e affidare ad eccellenti professionisti la redazione di progetti.>>

 
Stemma comunale

Questo sito fa uso di cookie! Se non si modificano le impostazioni del browser, si accettano. Per ulteriori informazioni Cookie Policy.

Approva i cookie di questo sito?

Cookie & Privacy