w w w w w w

Sei qui: Informazioni » Conosciamoci meglio Particolari di Pratola Serra
large default small
Particolari su Pratola Serra
Indice
Particolari su Pratola Serra
Popolazione
Tutte le pagine

Nome abitanti:    Pratolani

Festa patronale:    Vergine Maria Addolorata e San Gerardo Maiella (1^ domenica di Settembre)

Frazioni, Località e Nuclei abitati:    Case Acquaviva, Case Cocciacavallo, Case Saudelle di Sopra, Case Saudelle di Sotto, Case Scoppole, San Michele di Pratola, Serra

Comuni confinanti:    Candida, Manocalzati, Montefalcione, Montefredane, Montemiletto, Prata di Principato Ultra

 

Cartina Campania con evidenza di Pratola Serra

Cartina Campania con dettaglio di Pratola Serra

 

 

Dati geografici:Superficie 8,85 km². Estensione del territorio comunale espressa in chilometri quadrati.
Altitudine 280 m s.l.m. (min 244 - max 467)    Misura espressa in metri sopra il livello del mare del punto in cui è situata la Casa Comunale, con l'indicazione della quota minima e massima sul territorio comunale.

Coordinate Geografiche
sistema sessagesimale
40° 59' 16,80'' N
14° 51' 12,60'' E

sistema decimale
40,9880° N
14,8535° E

Le coordinate geografiche sono espresse in latitudine Nord (distanza angolare dall'equatore verso Nord) e longitudine Est (distanza angolare dal meridiano di Greenwich verso Est).

I valori numerici sono riportati utilizzando sia il sistema sessagesimale DMS (Degree, Minute, Second), che il sistema decimale DD (Decimal Degree).

Classificazione sismica e climatica
Pericolosità sismica 2: Zona con pericolosità sismica media, dove possono verificarsi terremoti abbastanza forti.


L'Italia è suddivisa in zone sismiche con 4 classi di pericolosità:
zona 1 (alta): PGA ³ 0,25g
zona 2 (media): 0,15 £ PGA < 0,25g
zona 3 (bassa): 0,05 £ PGA < 0,15g
zona 4 (molto bassa): PGA < 0,05g
(dove PGA indica il picco di accelerazione gravitazionale)


Classificazione sismica indicata nell'ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n°3274/03, aggiornata al 16/01/2006 con le comunicazioni delle regioni.

Zona climatica D    Periodo di accensione degli impianti termici: dal 1 novembre al 15 aprile (12 ore giornaliere), salvo ampliamenti disposti dal Sindaco.


L’Italia è divisa in sei zone climatiche (A, B, C, D, E, F) che variano in funzione dei gradi-giorno (GG) associati al territorio comunale.
D.P.R. n. 412 del 26 agosto 1993, tabella A e successive modifiche ed integrazioni.
Gradi giorno 1.575    Il Grado Giorno (GG) è l'unità di misura che stima il fabbisogno energetico necessario per mantenere un clima confortevole nell’abitazione.



 
Stemma comunale

Questo sito fa uso di cookie! Se non si modificano le impostazioni del browser, si accettano. Per ulteriori informazioni Cookie Policy.

Approva i cookie di questo sito?

Cookie & Privacy